Il Tribunale, sulla base di una memoria della difesa dei Caniglia, che riepilogava tutta la complessa vicenda [89.1], autorizzò l’aggiudicazione preparatoria dei tre complessi immobiliari di vico Paparelle e vico Giardinetto. L’avviso fu affisso il 4 marzo 1844 [89.2]. Il Giornale del Regno delle Due Sicilie [89.3] lo pubblicò il 6 marzo: l’aggiudicazione preparatoria si […]

Il Reverendo Giovanni Gallo «nacque in Napoli da onorevoli genitori, il mille ottocento tre», così recita l’Orazione funebre scritta e letta ai funerali di Giovanni, pubblicata nel 1853 su La Scienza e la Fede [90.1]. Fin da giovane insegnò al Seminario della città: «D’assai acerba età fu messo ad ammaestramento del nostro Seminario Urbano… Sin […]

Venduti gli immobili di vico Paparelle e vico Giardinetto a Napoli, torniamo ai canoni di Frattamaggiore. Martedì 29 settembre 1835, tutti i Gallo interessati a Frattamaggiore si riunirono a Sedile di Porto per discutere la sentenza emessa il giorno prima dal Tribunale Civile. A fare da padroni di casa ospitanti furono i figli viventi di […]

Anche sul terzo fronte, quello della masseria di Posillipo, il 24 marzo 1849 fu affisso un ordine di vendita giudiziale forzata [92.1] di cinque delle sei porzioni che per 80 ducati annui erano state pignorate dal «signor Marchese d’Acerno D. Antonio Mascaro» in danno dei figli ancora viventi di Michelangelo, cioè il Sacerdote Marco e […]